I consigli per la sicurezza

 

1. Il Prodotto

Cos'è il gas metano?

Il Gas metano è un gas naturale composto da idrocarburi o miscele di idrocarburi, essenzialmente metano (da cui la denominazione d'uso comune) e di gas non combustibili, che sono estratti dal sottosuolo allo stato naturale separatamente o insieme ad idrocarburi liquidi. Per ulteriori approfondimenti potete visitare il sito dell'ENI, raggiunta la pagina scegliete il link "GAS NATURALE".

2. Sicurezza

Gli impianti interni del gas devono essere costruiti da imprese abilitate.

La legge 46/90 prevede che gli impianti costruiti dopo il marzo 1990 debbano essere accompagnati da un documento chiamato "DICHIARAZIONE DI CONFORMITA'" in cui si attesta che l'impianto è conforme alle normative tecniche. Questo documento può essere rilasciato solo da un tecnico abilitato, cioè in possesso dei requisiti specifici attestati da un certificato rilasciato delle Camere di Commercio o dalle Commissioni Provinciali per l'Artigianato. Gli impianti costruiti prima del marzo 1990 devono comunque possedere i requisiti di sicurezza previsti dal Decreto del Presidente della Repubblica n. 218 del maggio 1998 e verificati secondo le procedure riportate dalla norma UNI-CIG 10738 che ne attesta l'idoneità con il rilascio della scheda di verifica.

2.1 Il metano ha bisogno di aria.

Una delle regole più importanti per la sicurezza è accertarsi che nei locali in cui sono installati gli apparecchi a gas possa circolare aria, essenziale per una corretta combustione del metano. Quando l'aria non affluisce liberamente oppure non è sufficiente, si forma il monossido di carbonio, un tipo di gas incolore e inodore che può essere molto pericoloso. Per questo motivo, nei locali dove sono presenti gli apparecchi a metano, è indispensabile assicurarsi che ci sia un'apertura adeguata per la circolazione dell'aria (le dimensioni dell'apertura variano a seconda della potenza dell'apparecchio installato). Esistono anche apparecchi a gas muniti di un circuito di combustione stagno (chiamato anche "tubo" o "camera stagna") per i quali non servono aperture di ventilazione, in quanto aspirano aria e scaricano i fumi direttamente dall'esterno.

2.2 Liberi dal fumo.

E' importante verificare se il sistema di scarico dei fumi funziona correttamente e se sono presenti eventuali ostruzioni e/o restringimenti. Se camini, canne fumarie o condotti non funzionano bene, esiste infatti la possibilità che i gas di scarico vengano espulsi all'interno dei locali invece che all'esterno, aumentando così il rischio di formazione del monossido di carbonio nell'ambiente. I tecnici abilitati dispongono di appositi strumenti per rilevare l'efficienza dei sistema di scarico dei fumi. A tal proposito puoi approfondire l'argomento visitando il sito.

2.3 Occhio al tubo.

La tenuta della tubazione del gas è essenziale per la tua sicurezza. Per verificarla, rivolgiti sempre ad un tecnico abilitato. La cucina a gas non incassata può essere collegata all'impianto con tubo flessibile in acciaio o con tubo in gomma. Il tubo di gomma deve essere marchiato UNI-CIG e deve essere sostituito entro la data di scadenza riportata sul tubo stesso. Assicurati inoltre che gli apparecchi a incasso o fissi siano collegati alle tubazioni solo mediante gli appositi raccordi rigidi o i tubi flessibili in acciaio.

2.4 Alcuni suggerimenti.

Ci sono altre semplici regole di comportamento, che ti possono aiutare ad utilizzare al meglio ed in sicurezza i tuoi apparecchi a metano, in particolare:

  1. Quando senti odore di gas, apri immediatamente porte e finestre, chiudi il rubinetto del contatore, non accendere assolutamente fiammiferi e non azionare interruttori elettrici: chiama subito la tua Azienda del gas da un telefono esterno, non utilizzare mai il telefono presente nel locale nè un telefono cellulare dall'interno del locale stesso.

  2. Quando esci di casa non lasciare mai gli apparecchi di cottura in funzione: spegni sempre il gas dei fornelli.

  3. Quando non utilizzi gli apparecchi a gas, soprattutto se ti assenti per molto tempo, chiudi il rubinetto del contatore.

Per ulteriori e più dettagliate informazioni sulla Legge 46/90 e su tutte le norme specifiche sulla sicurezza collegati al Sito, mentre per le domande frequenti consulta il sito web dell'UNI (Ente Nazionale Italiano di Unificazione).