Così come già accaduto nel settore dell’energia elettrica, anche il mondo del GAS si trova nel pieno di un processo di ammodernamento che si pone l'obiettivo di rendere teleleggibili, nel lungo periodo, tutti i contatori gas presenti sul territorio italiano.

Le attività, le tempistiche e le modalità di questo processo di innovazione del sistema di misura sono regolate dalla Delibera dell’ AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO n. 631/2013/R/gas (che ha sostituito la precedente deliberazione ARG/gas 155/08). Per raggiungere l’obbiettivo di cui sopra è necessario sostituire/adeguare il contatore tradizionale rendendolo elettronico, in grado di fornire più informazioni dal display e soprattutto di comunicare il dato del consumo gas ad un centro di raccolta dati.

Gli interventi di ammodernamento sono stati pianificati per classi differenti di contatori, iniziando dai calibri maggiori a partire dal 2010 (quindi dalle utenze con maggiori consumi, tipicamente industriali e/o riscaldamenti centralizzati o condominiali) per poi scendere man mano verso i calibri inferiori ed arrivare alle utenze domestiche.

Di seguito le foto dei differenti tipi di contatore che GEI ha deciso di installare sui suoi impianti. Facendo click sui collegamenti di seguito, è possibile visualizzare il relativo manuale utente (per i contatori SAMGAS installati fino al mese di agosto 2015 riferirsi alla revisione 0 del manuale utente - oltre agosto 2015, revisione 1).

DOMANDE FREQUENTI
  1. Quali benefici?
  2. Chi è GEI SPA?
  3. Perché eseguire gli interventi?
  4. Quali vantaggi per i clienti?
  5. Quali costi per i clienti?
  6. Modalità di intervento? (durata, interruzione della fornitura, presenza cliente)
  7. Si può decidere di non cambiare il contatore?
  8. In cosa consiste la verifica metrologica (di buon funzionamento)?
  9. Come si richiede la verifica metrologica (di buon funzionamento)?
  10. Quali costi per la verifica metrologica (di buon funzionamento)?
  11. Come avviene la verifica metrologica (di buon funzionamento)?
  12. Come si possono avere informazioni sui consumi gas rilevati?
  13. Si può smettere di comunicare i dati di autolettura del contatore?
  14. Come si legge il nuovo contatore?
  15. Cosa sono le fasce multiorarie

 

1. Quali benefici?
  • Una maggiore consapevolezza dei consumi da parte dei clienti finali.
  • La possibilità di leggere da remoto, ad intervalli prestabiliti, i volumi di gas consumati.
  • Ridurre al minimo l’impiego di stime per la fatturazione dei consumi e la necessità di conguagli.

2. Chi è GEI SPA?

GEI SPA è il titolare del servizio di distribuzione gas metano nel territorio del Comune oggetto degli adeguamenti. GEI permette l’accesso agli impianti a tutte le società di vendita del gas che agiscono sul territorio stesso. Il cliente finale pertanto non ha formalmente rapporti diretti con GEI ma con la società di vendita con la quale ha stipulato il contratto di fornitura, la quale (chiunque essa sia) a sua volta si interfaccia con GEI per tutti i servizi tecnici correlati alla fornitura di gas.


3. Perché eseguire gli interventi?

Il piano di adeguamento è stato disciplinato dall’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico, ente che regola il mondo della distribuzione gas.
In particolare il processo di sostituzione contatori è regolato dalla Deliberazione n. 631/2013/R/gas (ex Del. N. 155/08).


4. Quali vantaggi per i clienti?

Con il contatore elettronico del gas il cliente potrà visualizzare sul display i dati dei propri consumi (data, ora e valore dei consumi di gas). Mediante la nuova funzionalità di lettura a distanza (telelettura) dei dati di prelievo, non sarà più necessario comunicare la lettura del contatore del gas, permettendo una misura dei volumi più aderente al loro andamento effettivo nel tempo, rendendo minimo l’impiego di stime per la fatturazione dei consumi e la necessità di bollette di acconto e conguagli.

5. Quali costi per i clienti?

La sostituzione del contatore del gas è gratuita e non comporta alcun costo a carico dell’utente. Nessun operatore di GEI per l’intervento può richiedere denaro per qualsiasi operazione eseguita in campo.
In alcuni casi particolari potrebbero rendersi necessari piccoli lavori di adeguamento del vano contatore di proprietà del cliente (pertanto con costi non a carico di GEI) da valutare caso per caso.


6. Modalità di intervento? (durata, interruzione della fornitura, presenza cliente)

L’intervento di sostituzione del contatore prevede una sospensione del servizio per il tempo strettamente necessario all’esecuzione dei lavori (circa una mezz’ora). Al termine dei lavori sarà lasciata una copia del rapporto di lavoro. Soprattutto nel caso di contatore posizionato in luogo non accessibile dall’esterno, e’ necessaria la presenza del cliente. Nella maggior parte dei casi il nuovo contatore sarà posizionato nello stesso posto del precedente. Gli interventi saranno eseguiti da personale di Gei (o da azienda da essa incaricata) muniti di apposito cartellino di riconoscimento.

7. Si può decidere di non cambiare il contatore?

Il contatore è un apparecchio di proprietà di GEI, che pertanto dovrà procedere all’intervento di sostituzione in accordo a quanto indicato dalla Del. 631/13 dell’AEEGSI.
Detto intervento peraltro non può che portare benefici al cliente finale senza costi a suo carico.


8. In cosa consiste la verifica metrologica (di buon funzionamento)?

Secondo le disposizioni dell’ AEEGSI (Del 574/2013/R/gas), qualora il cliente lo ritenesse opportuno, è possibile richiedere tramite il proprio venditore di gas (la società con cui il cliente ha stipulato il contratto di fornitura del gas) una verifica metrologica (di corretto funzionamento) dell’attuale contatore. La verifica consiste nell’accertare la capacità del contatore di misurare entro i limiti imposti dalla legislazione vigente.


9. Come si richiede la verifica metrologica (di buon funzionamento)?

Il cliente può inviare una richiesta di verifica metrologica del contatore del gas alla propria società di  vendita sin da subito oppure entro 15 giorni solari dalla data di sostituzione del contatore. Solo dopo formale accettazione delle condizioni proposte, partirà l’iter vero e proprio di verifica.
All’atto della sostituzione del contatore verrà chiesto al cliente se rinuncia alla richiesta di verifica o se si riserva la facoltà di richiederla successivamente (ma sempre entro 15 giorni dall’intervento).


10. Quali costi per la verifica metrologica (di buon funzionamento)?

I costi relativi alla verifica metrologica sono da considerarsi a carico del cliente finale, qualora vengano rilevati errori di misura entro i limiti di legge.
In caso contrario e per errori di misura oltre i limiti di legge, la verifica metrologica è da considerarsi a carico di GEI.
In questo caso si dovrà procedere alla ricostruzione dei consumi (sia che l’errore sia in eccesso che in difetto) secondo le regole imposte dalla Del. 572/2013/R/gas dell’AEEGSI.


11. Come avviene la verifica metrologica (di buon funzionamento)?

La verifica si svolgerà presso un laboratorio specializzato e accreditato, incaricato da GEI.  Il cliente può assistere alla verifica facendone apposita richiesta al momento dell’accettazione del preventivo propostogli dalla sua società di vendita, la quale avviserà il cliente sulla data esatta della verifica (comunicatagli da GEI).
Entro 20 giorni lavorativi a partire dalla data in cui GEI riceve la richiesta sarà emesso l’esito della verifica.


12. Come si possono avere informazioni sui consumi gas rilevati?

Attualmente il sistema non è ben normato, certamente sarà necessario attendere la completa implementazione dell’infrastruttura atta alla raccolta dati (rete wi-fi a 169 MhZ - indicativamente almeno un anno dalla data di installazione dei contatori).
Prossimamente sarà poi possibile visualizzare i propri consumi tramite applicativi web.

13. Si può smettere di comunicare i dati di autolettura del contatore?

Per poter disporre del dato da remoto inviato dal contatore, sarà necessario attendere la completa implementazione dell’infrastruttura atta alla raccolta dati (rete wi-fi a 169 MhZ - indicativamente almeno un anno dalla data di installazione dei contatori). Fino a quel momento è ancora necessario, per chi lo volesse, comunicare il dato di lettura del contatore.


14. Come si legge il nuovo contatore?

Per ridurre al minimo il consumo delle batterie presenti all’interno del contatore, il display è in modalità di standby e non è possibile visualizzare i dati finché non viene acceso tramite il pulsante.  
Ovviamente anche quando il display è spento il contatore continua a misurare il quantitativo di gas transitato.
Dopo un periodo di inattività il display tornerà in modalità standby.
Premendo qualsiasi tasto verrà visualizzato il totalizzatore dei consumi.
All’atto della sostituzione verrà rilasciato ad ogni cliente un piccolo manuale d’uso che ne faciliti l’utilizzo.

15. Cosa sono le fasce multiorarie

Anche in questo caso il principio è analogo a quanto già percorso nel settore energia elettrica.  Il contatore è concepito per allocare i consumi in fasce orarie (a cui potrebbero corrispondere differenti tariffe). Al momento non ci risulta sia una possibilità applicabile. Per ulteriori chiarimenti rivolgersi alla propria società di vendita.